Autointervista. Nude sì, ma sotto la doccia. La censura e il comune senso del pudore in nome del popolo italiano.pdf

Autointervista. Nude sì, ma sotto la doccia. La censura e il comune senso del pudore in nome del popolo italiano PDF

Giulio Berruti

È un racconto svolto come un auto-intervista sugli anni del boom economico visti sotto due luci: quella della censura di Stato e della Chiesa, dura, caparbia su cinema, fumetti, teatro, canzonette e quella mai applicata sui grandi scandali, ovvero laeroporto di Fiumicino i tentativi di golpe, il piano Solo ideato dal generale De Lorenzo o quello di Valerio Borghese. Il titolo ricorda il permesso dei censori di filmare una donna nuda, purché di spalle e sotto la doccia.

Straordinaria – in ogni senso – è pure la genesi stessa del film: tre mesi scarsi di riprese (dovuti anche al fatto che Totò, tuffandosi in un ruscello si era preso una brutta polmonite che ritardò le riprese), un mesetto circa di montaggio e più di un anno per combattere con la censura: dal 17 febbraio 1954 (data in cui il film venne presentato alla Direzione Generale dello Spettacolo ... Giulia De Lellis non ha davvero alcun pudore. E si mostra in tutta la sua esuberanza sulla spiaggia di Miami. In effetti, a ben guardare, il topless rubato dietro le quinte di uno shooting di moda ...

2.91 MB Dimensione del file
9788876068041 ISBN
Gratis PREZZO
Autointervista. Nude sì, ma sotto la doccia. La censura e il comune senso del pudore in nome del popolo italiano.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.vayoungfarmer.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Nude sì, ma sotto la doccia La censura e il comune senso del pudore in nome del popolo italiano. Autointervista Libri - Cinema ...

avatar
Mattio Mazio

Straordinaria – in ogni senso – è pure la genesi stessa del film: tre mesi scarsi di riprese (dovuti anche al fatto che Totò, tuffandosi in un ruscello si era preso una brutta polmonite che ritardò le riprese), un mesetto circa di montaggio e più di un anno per combattere con la censura: dal 17 febbraio 1954 (data in cui il film venne presentato alla Direzione Generale dello Spettacolo ... Giulia De Lellis non ha davvero alcun pudore. E si mostra in tutta la sua esuberanza sulla spiaggia di Miami. In effetti, a ben guardare, il topless rubato dietro le quinte di uno shooting di moda ...

avatar
Noels Schulzzi

Autointervista. Nude sì, ma sotto la doccia. La censura e il comune senso del pudore in nome del popolo italiano, Libro di Giulio Berruti. Sconto 15% e Spedizione gratuita per ordini superiori a 25 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Ass. Culturale Il Foglio, collana La cineteca di Caino, brossura, febbraio 2020

avatar
Jason Statham

Nude sì ma sotto la doccia di Giulio Berruti La censura e il comune senso del pudore in nome del popolo italiano Il Foglio Letterario… Ricerca per: Articoli recenti

avatar
Jessica Kolhmann

L'argomento è: “Cosa ha fatto il popolo ebraico dalla Shoah a Gaza?”. In seguito il ... Si risale al 1848 con Retcliffe, pubblicista tedesco (il vero nome è Hermann ... Un ebreo italiano convertito al cristianesimo ma iniziato ai mist...